Identità

Identità

Il gruppo di lavoro

Educatori di adulti, artisti della volontà, creatori di possibilità

Chi soccorre i soccorritori ® nasce da un incontro e da un sentire comune: la passione per la cura della relazione tra gli esseri umani. Esprimiamo un impegno condiviso come educatori di adulti per facilitare la crescita della Persona.

Mettiamo a valore le nostre diverse esperienze professionali nel settore socio-sanitario, con un approccio integrato che ci permette di intervenire con flessibilità sul contesto organizzativo, di garantire un buon governo delle situazioni e dei processi di cambiamento. Il nostro approccio si fonda sulla integrazione di metodologie e strumenti di derivazione umanistica, sistemica, cognitiva ed esistenziale.

I partner

Stefania Giorgi Stefania Giorgi - chi soccorre i soccorritoriCounsellor ad approccio gestaltico – rogersiano. Docente di comunicazione interpersonale, metodologie e strumenti per la Formazione dei Formatori in ambito organizzativo. Facilitatrice della relazione nei gruppi di audit clinico e nei percorsi di apprendimento delle abilità di counselling. Conduce laboratori di scrittura narrativa autobiografica nei contesti di cura.

 

Chi soccorre i soccorritoriGian Luca Cacciari Consulente per lo sviluppo organizzativo, counsellor ad approccio psico corporeo. Dolquest Expert Certified Consultant. Coach e formatore esperto in innovazione creativa, sviluppo delle competenze manageriali e delle relazioni interpersonali. Conduce laboratori esperienziali per lo sviluppo di una leadership consapevole.

 

Chi soccorre i soccorritoriGabriella Vigo Counsellor ad approccio sistemico. Consulente e formatrice, si occupa di comunicazione interpersonale e di comportamenti e processi organizzativi. Dolquest Certified Consultant. Conduce laboratori di sensibilizzazione sul diversity management, per favorire il confronto e l’integrazione delle differenze nei contesti organizzativi.

La relazione tra gli esseri umani

un valore da custodire, alimentare e condividere

Crediamo che la relazione abbia un significato profondo nella vita degli esseri umani e assuma un valore insostituibile, in particolare nel processo assistenziale, in quanto elemento integrante del percorso di cura.

Sappiamo che prendersi cura della relazione è impegnativo: richiede attenzione ed energia, soprattutto per il coinvolgimento emotivo che essa comporta. E’ grazie a questo coinvolgimento che la relazione acquista il suo grande valore, per la nostra crescita ed evoluzione come esseri umani.

Pensiamo che le organizzazioni ed i professionisti che le abitano, abbiano anche la missione di favorire e coltivare le relazioni interpersonali, in una integrazione di obiettivi che hanno come unico fine il benessere della Persona.

Valori e Principi ispiratori

Crediamo...

  • nella relazione come elemento essenziale del processo di cura
  • che un’efficace relazione interprofessionale aumenti la qualità dell’assistenza
  • nell’approccio sistemico, organico, che guarda sia agli individui sia alla organizzazione in cui operano
  • nella possibilità di apprendimento autonomo delle persone e delle organizzazioni con le quali lavoriamo
  • nell’unicità delle persone e delle organizzazioni
  • nella co-progettazione con i nostri clienti per realizzare interventi mirati e personalizzati
  • che ogni essere umano vada considerato nella sua interezza di Pensieri, Sentimenti e Volontà
  • che dall’incontro tra esseri umani possano aprirsi possibilità creative e di crescita reciproca
  • nell’importanza della nostra autoformazione e crescita personale, professionale e spirituale

Riferimenti culturali

La nostra esperienza e ricerca è il risultato di una continua integrazione di diverse scuole di pensiero.

Le nostre principali fonti sono :

  • le ricerche sull’essere umano sviluppate da Rudolf Steiner, ed arricchite da Coenraad Van Houten insieme ai colleghi del NALM – New Adult Learning Movement
  • le ricerche sullo sviluppo organizzativo e l’approccio biografico, condotte da Bernard Lievegoed e colleghi
  • l’approccio sistemico allo sviluppo organizzativo di Peter Senge, Otto Scharmer e Edgar H. Schein
  • l’orientamento alla relazione di aiuto, come vista da Carl Rogers, Rollo May, Luigi Boscolo, Gianfranco Cecchin
  • la psicologia transpersonale di Antonio Blay
  • le ricerche sul lutto e la relazione alla fine della vita condotte dalla dott.ssa Elisabeth Kubler Ross